<>

Visita il giardino monastico

«Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, ad oriente,

e vi collocò l’uomo che aveva plasmato.

Il Signore Dio fece germogliare dal terreno ogni sorta di alberi,

attraenti alla vista e buoni da mangiare … 

tra cui l’albero della vita nella parte più interna del giardino,

insieme all’albero della conoscenza del bene e del male …»

[Genesi, 2,8-9]

Per saperne di più

 


 

Da 1.300 anni, i monaci benedettini vivono presso la Basilica di San Paolo a Roma, dove si conservano le sue spoglie mortali e cosa ancora più importante, dove si cerca ispirazione dal suo insegnamento e dalla sua vita di santità.

Paolo ha insegnato al mondo come conoscere Gesù Cristo e riconoscerlo come punto centrale della vita: “per me infatti il vivere è Cristo” (Fil 1,21). San Benedetto, nel VI secolo, scrisse la sua Regola per i monaci, cercando di esprimere la  propria esperienza come monaco. Formato dalla lectio divina delle sacre Scritture e dalla già esistente tradizione monastica, nel contesto della cultura romana, Benedetto ha lasciato al mondo un modo di vivere che ha contribuito notevolmente alla creazione della civiltà cristiana di tutti i secoli seguenti fino ai nostri giorni.

I monaci di San Paolo continuano oggi a cercare Dio che è sempre presente, nella contemplazione della Sua Parola nella liturgia, nella lettura, e nella graduale trasfigurazione del cuore umano per mezzo della disciplina dei voti di stabilità, conversatio morum e obbedienza, e nel servizio quotidiano ai pellegrini presso la tomba dell’Apostolo Paolo.

Cristo è il nostro cuore, San Paolo e San Benedetto i nostri insegnanti. Nelle parole del primo sappiamo che assolutamente niente “potrà mai separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore” (Rm 8,39) e per questo che San Benedetto, può aggiungere, parlando dei monaci: “nulla assolutamente antepongano a Cristo” (Rb 72,11).

Benvenuti di nuovo nel nostro sito, e alla scoperta di ciò che succede in questo antico luogo!

 


 

Visita guidata al giardino monastico

La natura intesa come “speculum” di Dio in grado di curare il corpo e lo spirito

 

Eventi in programma: